14/06/2017
Con TMB a Pulire 2.2 è andata in scena l’innovazione!
Ancora una presenza di successo a Pulire 2.2, la grande rassegna internazionale dedicata alle tecnologie per la pulizia professionale, svoltasi a Veronafiere, per TMB. Durante le tre giornate della mostra, svoltasi dal 23 al 25 maggio 2017, l’azienda della famiglia Ruffo è apparsa in gran spolvero, assieme alle altre del Gruppo. Nell’elegante stand B1 (Padiglione 4) TMB ha infatti proposto un ricco “biglietto da visita” e tante novità, che hanno impressionato favorevolmente i numerosi visitatori, provenienti dall’Italia e dal mondo, rafforzando l’immagine di un’azienda giovane, dinamica e proiettata al futuro.
Come sempre, l’amministratore delegato, dottor Giampaolo Ruffo, si è impegnato in prima persona, al fianco dei suoi collaboratori, ad accogliere gli ospiti, spiegando loro le caratteristiche, la funzionalità e le possibili applicazioni delle nuove macchine.
Così, quanti hanno messo piede in “casa TMB”, non se ne sono andati delusi, trovando porte aperte, grande cordialità e senso di vera amicizia. Alla ribalta, da un lato una vasta gamma di aspirapolveri, aspirasolidi e aspiraliquidi professionali; dall’altro le monspoazzole, tutte assai apprezzate per gli elevati standard di qualità e produttività, davvero ideali per il ripristino, la pulizia di fondo o la lucidatura a specchio di pavimenti.

Protagonisti i nuovi aspiratori professionali con potenza da 1000 a 4000 Watt: semplici e maneggevoli all’uso, costruiti con materiali solidi e robusti. Particolarmente gradita anche la vasta gamma di aspirapolvere, adatti ad applicazioni continuative e dotati di numerosi accorgimenti per soddisfare al meglio molteplici esigenze di pulizia. Tra questi, gli aspirapolvere Piccolo Prime e Dryver 15RE, entrambi certificati in classe energetica A, estremamente pratici, maneggevoli, ideali per qualsiasi ambiente. Per la pulizia delle moquette, per arrivare ad aspirare più in profondità, ottimo il riscontro d’interesse suscitato da BAT15, un battitappeto molto efficace, a 2 motori e 38 cm di lunghezza di lavoro. Un modello che consente di lavorare in spazi piccoli e medi con il massimo delle prestazioni. Ancora gettonatissima, la monospazzola di nuova concezione TOR 43, indicata per i lavori più gravosi, caratterizzata un movimento roto-orbitale che, oltre ad  amplificarne la resa, ne rende più facile l’utilizzo e aumenta la sua stabilità. TOR 43 garantisce risultati sorprendenti anche per la pulizia più profonda della moquette, con minor fatica rispetto ai modelli tradizionali. La versione più leggera di questo vero e proprio modello “best seller” è la più indicata per la pulizia di moquette e tappeti, sia con i metodi tradizionali, sia con l’acqua ionizzata.

“Questa edizione di Pulire”, commenta entusiasta Giampaolo Ruffo, "mi è sembrata davvero spumeggiante e ricca di novità. L’afflusso di visitatori provenienti dall’Italia e dall’estero è stato ininterrotto e, in termini numerici, la manifestazione ha superato il dato finale del 2015. Per TMB il riscontro, in termini di presenze allo stand, è andato oltre le aspettative. Pulire 2.2”, prosegue il dottor Ruffo, attuale componente, riconfermato più volte, del Consiglio Direttivo nazionale di AFIDAMP FAB, l’associazione che raggruppa i produttori italiani del professional cleaning e organizza la manifestazione, “ha lanciato un ulteriore segnale di ripresa del settore, il che non ci ha sorpreso perché -come azienda- stiamo registrando da tempo incoraggianti indici di crescita. Le macchine e le produzioni presentate da TMB sono state accolte con un forte interesse da parte di tutti i nostri clienti”.
L’amministratore delegato, non nasconde – infine – l’orgoglio di essere stato protagonista, con il suo marchio, proprio a Verona: “TMB, aggiunge, “ha sempre investito in ricerca e innovazione, resistendo in terra veronese, dove ha solide radici, anche quando altri hanno scelto la strada della delocalizzazione. Oggi siamo davvero felici di poter rinnovare la nostra offerta di prodotti di assoluta qualità e utilità all’Italia e al mondo. Li abbiamo sempre concepiti ponendo un occhio di riguardo all’ergonomia, a vantaggio dell’operatore, e con la massima attenzione alla sostenibilità ambientale. Tutti meriti che riconosco con fierezza, ma anche con l’umiltà che da sempre contraddistingue la nostra mission imprenditoriale, all’intera mia famiglia: innanzitutto a mio padre Giancarlo, fondatore e leader del Gruppo, e anche a mio fratello Massimiliano. Certo, il successo ottenuto a Pulire 2.2 ha rinnovato le legittime e sempre elevate attese nei nostri confronti, riempiendoci di nuove responsabilità verso il mercato. Però accettando con passione la sfida connaturata a questa leadership, posso promettere alla nostra affezionata clientela che continueremo a operare con tante nuove idee e innovativi progetti, per essere sempre più bravi e competitivi”.

GUARDA IL VIDEO SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK