TMB, Your Better Choice
TMB nasce nel 1980 a Codogno (Lodi) come azienda produttrice di aspirapolveri, aspiraliquidi e lavamoquette. Successivamente, il sito produttivo si sposta a Guardamiglio, sempre in territorio lodigiano. Giancarlo Ruffo, imprenditore di successo e carismatico leader di Comac, si interessa all’azienda, acquisendone la proprietà nel settembre del 2000. Nel febbraio del 2001 il figlio Giampaolo ne diviene direttore generale, col compito di concretizzare i vari obiettivi rafforzandone la mission, la capacità competitiva e potenziando l’offerta. L’operazione dà i risultati sperati: il marchio TMB si afferma progressivamente sia sul mercato italiano che su quello internazionale grazie alla garanzia di sicurezza, alla qualità e all’affidabilità dei suoi modelli. La gamma completa di aspiratori, aspirapolveri, aspiraliquidi, lavamoquette piace decisamente agli utilizzatori finali: potenti e dalle comode dimensioni, sono fatti apposta per risolvere ogni problema di pulito. Sono macchine stabili, leggere, ricche di accessori e silenziose. In particolare, il successo di “Piccolo”, aspiratore versatile, silenziosissimo e ideale per la pulizia di alberghi, ospedali e uffici, è davvero entusiasmante.

Nel 2006 la produzione e gli uffici, pur restando nel Comune di Guardamiglio, si spostano di qualche chilometro, nello stabilimento più grande e confortevole della località Cerca. Vi operano una trentina di dipendenti e, oltre all’ormai consolidata fabbricazione di aspiratori professionali e industriali, sia monofase che trifase, aspirapolveri e aspiraliquidi, si avvia la produzione nel settore del car wash.
L’industria guidata da Giampaolo Ruffo si impone decisamente all’attenzione degli utilizzatori finali per l’innovazione, la qualità tecnologica, il raffinato design e l’offerta di prodotti “su misura”. Potendo contare su spazi adeguati (il nuovo stabilimento dispone di una superficie di circa 4.500 mq, rispetto ai 2000 precedenti), TMB cresce costantemente nel corso degli anni razionalizzando l’organizzazione interna ed ampliando le linee di produzione.
Lo sviluppo aziendale comporta la costante ricerca di nuovi sbocchi, con gamme verticali, progressivamente personalizzate e mirate a seconda delle specifiche tipologie di clientela. La realizzazione degli aspiratori commerciali e professionali, rivolti prevalentemente alle imprese di pulizia, avviene utilizzando le due linee principali; poi c’è il reparto dove vengono costruite le apparecchiature industriali e le macchine “Self” per l’autolavaggio.
I maggiori clienti esteri sono i Paesi europei e gli Stati Uniti d’America, ma grandi soddisfazioni giungono anche dal mercato francese, seguito da quello tedesco, dai Paesi scandinavi e da quelli dell’Est. TMB si conferma azienda del made in Italy ricca di risorse, in possesso di considerevoli energie innovative e competitive, che le consentono di ben figurare a tutte le edizioni di Pulire, il grande salone fieristico veronese dedicato alle tecnologie ambientali, così come al maggiore appuntamento europeo, ISSA Interclean di Amsterdam.

Infine, nel settembre 2011, l’atteso trasferimento a Verona, nello storico stabilimento della famiglia Ruffo, in via Ca’ Nova Zampieri, a San Giovanni Lupatoto, alle porte della città. Questo passaggio strategico segna il raggiungimento di un importante traguardo: quello della piena integrazione logistico-produttiva di TMB nell’ambito dei marchi della famiglia Ruffo, una scelta coerente e responsabile, che investe sul futuro in Italia, a Verona.